BREAKING NEWS

24/10/13

800 mila euro per decifrare i diari del cardinale Michael von Faulhaber, vissuto ai tempi di Hitler

Michael von Faulhaber
La diocesi di Monaco di Baviera ha preso una decisione che è stata ben accolta dal Vaticano: pubblicare online i diari di Michael von Faulhaber, cardinale vissuto all'epoca del nazismo.

Ad annunciare questo progetto è stato proprio il cardinale di Monaco, Reinhard Marx, che in una conferenza stampa, ha dichiarato: "Nulla di ciò che può venire alla luce dagli archivi può danneggiare di più del sospetto che vorremmo coprire o nascondere qualcosa".
Il progetto di ricerca ha ricevuto un finanziamento dalla DFG pari a 800 mila euro e vede la compartecipazione dei ricercatori del Münchner Instituts für Zeitgeschichte, della  Westfälischen Wilhelms-Universität Münster e dell'Archivio Arcivescovile di Monaco di Baviera.

Decifrare i diari non è un lavoro semplice perché Faulhaber li scrisse con la stenografia Gebelsberger ( che prende il nome dal suo inventore, il tedesco Franz Xaver Gabelsberger) ovvero un metodo di scrittura basato su tre principi: grafico, fonetico e linguistico-etimologico e che si ispira al corsivismo. Chiaramente, il suo scopo era proprio quello di rendere indecifrabili i suoi pensieri, soprattutto agli occhi della Gestapo.
Tuttavia, gli scritti saranno decifrati e sono già stati individuati 10 ricercatori che avranno il compito di decifrare gli appunti (circa 52.000 conversazioni), fare delle annotazioni e pubblicare il tutto su internet, probabilmente a partire dall'autunno del 2014 e per i prossimi dodici anni.

Lo scopo principale della pubblicazione degli scritti, quindi, sarebbe quello di far conoscere al mondo gli anni turbolenti della seconda guerra mondiale, di Pio XII, della Shoah, della Repubblica di Weimar.

La storia del cardinale von Faulhaber è avvolta dal mistero e proprio attraverso l'esame dei suoi scritti si vuole tentare di capire, ad esempio, qual era la sua posizione rispetto al nazismo.
Seppur avesse riservato spesso parole di elogio nei confronti di Hitler, veniva ugualmente considerato un nemico dalle SA naziste che lo vedevano molto "vicino" agli ebrei e che non hanno mancato di perquisire, frequentemente, la sua casa.

Posta un commento

AVVERTENZE: I commenti contenenti spam saranno rimossi.
[ Per contattare lo staff di BuongiornoMonaco scrivi a buongiornomonaco@gmail.com ]

 
Copyright © 2016 Buongiorno Monaco - Il portale per gli italiani a Monaco di Baviera Tutti i diritti riservati -