BREAKING NEWS

24/10/13

Monaco di Baviera: si cerca ancora l'assassino di Domenico Lorusso

Ancora nessuna novità sulla tragica morte del giovane ingegnere potentino, ucciso a Monaco di Baviera la sera del 28 Maggio 2013.
Domenico Lorusso aveva solo 31 anni ed è stato accoltellato al cuore da un uomo che si è dileguato, facendo perdere le sue tracce. Questa vicenda ha sconvolto l'opinione pubblica, lasciando increduli i cittadini della città più sicura d'Europa e i numerosi connazionali italiani che vi sono residenti.

LA DINAMICA DELL'OMICIDIO - Mimmo (così era chiamato dagli amici) lavorava come ingegnere informatico a Monaco dove viveva insieme a Gilda, la sua ragazza. Proprio mentre stavano rincasando, in bici, lungo l'Isar hanno incontrato un uomo che, per motivi ancora oscuri, ha sputato verso i due centrando la ragazza.
Domenico si è girato, allora, per avere delle spiegazioni in merito al gesto dello sconosciuto ma viene subito colpito, con un coltello, dritto al cuore. Inutili i tentativi di rianimazione da parte dei soccorritori. Sotto shock la ragazza.

LA RICERCA DELL'ASSASSINO - Nonostante siano passati quasi 5 mesi dall'aggressione, l'assassino non è stato ancora identificato.
Tanti i tentativi, da parte della polizia, di raccogliere testimonianze che aiutino le indagini come:
- la ricompensa di 10.000 € a chi avesse fornito informazioni utili;
 - l'esame del DNA effettuato sulle persone che si trovavano nelle immediate circostanze della zona in cui è avvenuto il delitto, quel giorno.
- la pubblicazione della foto del luogo dell'aggressione su tutti i giornali;
- la diramazione dell'informazione che, con molta probabilità, l'assassino sia fuggito a bordo di un taxi. Tuttavia, ancora questa tesi non è stata confermata e nessun tassista si è fatto avanti per testimoniare.

IL CASO SUI MEDIA NAZIONALI -  Il caso è stato affrontato anche in tv lo scorso 16 ottobre.
Il programma tedesco "Aktenzeichen XY...ungelöst" (una sorta di "Chi l'ha visto?") in diretta sulla ZDF, ha riesaminato il caso, ricordando che l'assassino, nella colluttazione, si è ferito a sua volta ma le tracce del sue sangue si interrompono bruscamente sul ponte Cornelius. Proprio questo particolare ha fatto pensare all'ipotesi della fuga in taxi.

LE TESTIMONIANZE - Inoltre, è stato rivelato che potrebbe esserci un testimone oculare che abbia visto bene, in viso, del killer e che potrebbe dare una svolta conclusiva alla vicenda.Tuttavia, viene ribadita l'importanza della collaborazione di chiunque possa fornire nuove informazioni, invitati a chiamare il numero (+49) 089 29 100

Video: dal minuto 33

4 commenti :

  1. mi dispiace molto, una storia tristissima e spero che abbia presto giustizia

    RispondiElimina
  2. anche io avevo sentito dire che Monaco era una città tranquilla, ma questa tragedia mi ha lasciato senza parole. Domenico riposa in pace

    RispondiElimina
  3. spero che la polizia trovi al piu presto l'assassino

    RispondiElimina
  4. Mi dispiace moltissimo!!!! Anche se non lo conosceo personalmente, la sua storia mi ha toccato il cuore. Spero che si trovi preso il colpevole e che sia assicurato alla giustizia

    RispondiElimina

AVVERTENZE: I commenti contenenti spam saranno rimossi.
[ Per contattare lo staff di BuongiornoMonaco scrivi a buongiornomonaco@gmail.com ]

 
Copyright © 2016 Buongiorno Monaco - Il portale per gli italiani a Monaco di Baviera Tutti i diritti riservati -