BREAKING NEWS

31/10/13

Omicidio Domenico Lorusso, a Monaco di Baviera spunta un nuovo testimone


Sembrano essere ad una svolta netta le indagini sull'omicidio di Domenico Lorusso, l'ingegnere italiano barbaramente assassinato a Monaco di Baviera.
La scena del crimine 
Domenico, ingegnere informatico di Potenza, viveva e lavorava in Germania. La sera del 28 maggio 2013 venne ferito a morte da uno sconosciuto incontrato sulla pista ciclabile adiacente all'Isar che stava percorrendo con la sua compagna vicino casa.

«C'è un nuovo testimone - ha detto Markus Kraus, capo della polizia criminale di Monaco di Baviera ai microfoni dell'inviato di "Chi l'ha visto" - che è comparso solo poco tempo fa. Ci ha fornito l'indicazione che l'assassino indossava un cappotto nero lungo fino alle caviglie».

«Qualsiasi informazione, dettaglio osservato quella sera, anche quello che può sembrare del tutto ininfluente - ha aggiunto Kraus - per noi è importantissimo. Noi componiamo un puzzle anche con i minimi dettagli. Solo così ricaviamo un quadro sempre più completo. Per questo chiediamo a chiunque sia passato da queste parti quella sera e abbia notato qualcosa, di farsi vivo, di contattarci».

«Il nostro ufficio, basandosi sulle testimonianze, sulle analisi dei Ris e sulle indagini effettuate, ha tracciato un profilo psicologico dell'assassino - conclude - Abbiamo un'indicazione che potrebbe trattarsi di una persona affetta da disturbi psichici, cronici o in fase acuta. Per questo motivo, all'inizio delle indagini, ci siamo rivolti anche agli ospedali e ai reparti psichiatrici per indagare su alcune persone».

Posta un commento

AVVERTENZE: I commenti contenenti spam saranno rimossi.
[ Per contattare lo staff di BuongiornoMonaco scrivi a buongiornomonaco@gmail.com ]

 
Copyright © 2016 Buongiorno Monaco - Il portale per gli italiani a Monaco di Baviera Tutti i diritti riservati -