BREAKING NEWS

26/06/14

A Monaco di Baviera è caccia al maniaco sessuale: 6 vittime in un mese


Le telecamere della linea notturna N40 lo hanno immortalato e adesso la sua faccia è su tutti i quotidiani locali . Sono 6, finora, le vittime accertatetutte giovani donne di ritorno a casa con il bus notturno in partenza da Stachus.

L'IDENTIKIT - L'aggressore è un uomo sui 35 anni, alto circa 1,80 cm, capelli corti e scuri. Nel momento in cui è stata scattata la foto diffusa dalla polizia, l'uomo indossava una giacca nera di pelle e pantaloni scuri.




LE DINAMICHE DELLE AGGRESSIONI - Il 25 maggio, alle ore 3.05 della notte, una ragazza di 21 anni era nel bus diretto a Grosshadern. Alla fermata "Grosshadernstr." la giovane vittima, una volta scesa, si è accorta di essere seguita a piedi da uno sconosciuto che dopo pochi attimi l'ha spinta facendola cadere a terra di schiena. 
La giovane, una volta a terra, ha reagito d'istinto colpendo l'aggressore con forza nelle parti intime. E' stato proprio questo gesto che ha messo in fuga l'aggressore. 

POCHI MINUTI DOPO - Dopo pochi minuti da questo episodio, l'uomo ha seguito anche altre due ragazze ad "Heiglhofstr.". Quando era abbastanza vicino si è avventato su una di loro, mettendole una mano sotto la gonna e strappandole i collant. Solo quando la ragazza ha chiesto aiuto gridando, l'uomo si è dileguato. 


L'ALLARME - I giornali hanno denunciato questi episodi di violenza, ma non è stato sufficiente per scoraggiare il maniaco. Alla Polizia di Monaco di Baviera sono giunte altre tre segnalazioni di violenze subite da giovani donne, molto probabilmente sempre dallo stesso aggressore.

GLI ALTRI 3 CASI - Il 14 maggio alle 4.00 di notte, una 20enne si trovava nel bus notturno N40. Già durante il viaggio da Stachus vero Hadern aveva notato gli sguardi insistenti di un uomo che l'ha seguita anche quando è scesa alla fermata "Klinikum Großadern" chiedendole: "Hai paura?"  - e poi iferendosi alle violenze sessuali  -  "Non sono così brutte". Frasi sconvolgenti che hanno spinto la studentessa a correre velocemente verso casa e mettersi in salvo. 

Il 2 giugno, alle 4.15, una commessa di 27 anni,  era in attesa di un Taxi a "Krokusstr." (nella zona di Klein Hadern) quando ha sentito dei rumori provenienti dai vicini cespugli. Voltandosi ha notato un uomo che le si è buttato addosso. Fortunatamente proprio in quegli istanti, il taxi che la donna attendeva, è spuntato dietro l'angolo e la commessa è riuscita a rifugiarsi all'interno. 

Un ulteriore caso di violenza è stato segnalato da un'assistente sociale che si trovava alla fermata "Haderner Stern". La donna si stava dirigendo verso l'U-Bahn, quando sulle scale è stata afferrata da un uomo che l'ha immobilizzata stringendola con forza, ma la 31enne è riuscita a liberarsi scappando verso la metropolitana.

L'ULTIMO EPISODIO - L'ultima vittima conosciuta è una studentessa di 20 anni che da Fürstenried si era recata in città per festeggiare con degli amici. Al rientro, verso le 3.00 di notte, ha peso l'N41 a Stachus scendendo all'angolo Drygalskiallee/Stäblistraße. Lungo il tragitto verso casa, attraversando AmbacherStraße, la giovane si è accorta di essere seguita da qualcuno, ma giunta nei pressi della sua abitazione crede di essere al sicuro. Purtroppo, però, l'uomo è ancora lì e riesce ad entrare in casa, avventandosi su di lei per le scale. Il maniaco cerca di strapparle le calze e solo quando la ragazza riesce ad urlare, l'uomo fugge.

Posta un commento

AVVERTENZE: I commenti contenenti spam saranno rimossi.
[ Per contattare lo staff di BuongiornoMonaco scrivi a buongiornomonaco@gmail.com ]

 
Copyright © 2016 Buongiorno Monaco - Il portale per gli italiani a Monaco di Baviera Tutti i diritti riservati -