BREAKING NEWS

28/07/14

Monaco di Baviera, azioni concrete per allontanare i mendicanti dalla città e combattere l'accattonaggio

Il numero dei mendicanti che dormono per le strade di Monaco di Baviera è raddoppiato, rispetto al 2013.
Quello che ne è conseguito è la reazione della città che ha chiesto, a gran voce, il divieto ai senzatetto di sostare e chiedere l'elemosina in determinate zone della città.

I punti strategici in cui è stata concentrata l'attenzione sono il centro storico, le stazioni U-Bahn ed S-Bahn, il grande "prato" di Theresienwiese e le zone limitrofe.
Sono proprio questi i luoghi dove i monacensi incontrano sempre più spesso mendicanti, molti dei quali organizzati in veri e propri gruppi dediti all'accattonaggio.
Le loro lamentele trovano una risposta nella promessa del capo della KVR (Kreisverwaltungsreferat), Wilfried Blume-Beyerle che ha annunciato che la prossima settimana verrano promosse azioni concrete nel centro storico e nella stazione ferroviaria principale, contro le bande di mendicanti.
Secondo la polizia, queste bande sono composte prevalentemente da persone provenietni da Slovacchia, Bulgaria e Romania


Blume-Beyerle sottolinea come sia necessario prendere delle misure tempestive, proprio perchè è in crescita il numero non di persone che per bisogno/necessità porgono la mano per chiedere l'elemosina, ma sta aumentando proprio il numero di quanti fanno dell'elemosinare un mestiere.
Sono state individuate nella sola zona compresa tra Marienplatz, Viktualienmarkt e Stachus, 100 bande organizzate.
Bande che mettono "in strada" anche diverse persone affette da disabilità o con bambini e/o cani per smuovere la pietà dei passanti e racimolare denaro di cui, a fine giornata, non vedranno nemmeno l'ombra.



La novità di quest'anno, inoltre, è legata ad un nuovo fenomeno. Sempre più mendicanti entrano negli U-Bahn ed S-Bahn per chiedere l'elemosina ai passeggeri, insistendo e disturbano. Naturalmente, il numero delle lamentele sta aumentando a dismisura

La MVG e compagnia tedesca dei treni hanno avviato un'azione congiunta e attraverso gli schermi installati sui mezzi di trasporto e nelle stazioni danno consigli utili e invitano i loro clienti a non dare denaro alle persone che lo chiedono. E' la soluzione migliore per contenere e contribuire a far decrescere questo fenomeno.



Posta un commento

AVVERTENZE: I commenti contenenti spam saranno rimossi.
[ Per contattare lo staff di BuongiornoMonaco scrivi a buongiornomonaco@gmail.com ]

 
Copyright © 2016 Buongiorno Monaco - Il portale per gli italiani a Monaco di Baviera Tutti i diritti riservati -