BREAKING NEWS

10/01/15

Bayern Monaco, 1,3 milioni di maglie vendute, più di tutte le altre squadre di Bundesliga messe insieme


Quello delle maglie da calcio per alcuni è un gioco, per altri una passione, ma soprattutto un business miliardario che riempie le casse delle società e degli sponsor tecnici facendo  -  in fin dei conti  -  felici tutti, dal tifoso all'amministratore delegato. A luglio la Adidas ha firmato un contratto decennale con il Manchester United a partire dal 2015/'16. Valore del contratto 940 milioni di euro, quasi il triplo di quanto gli inglesi percepissero dalla Nike. 

Cifre enormi che però impallidiscono rispetto a quanto dichiarato dal Ceo di Adidas, Herbert Hainer: il valore di marketing potenziale derivante dall'accordo è stimato in circa 2 miliardi di euro. Incasso che ripagherebbe ampiamente la cifra mostruosa investita nei Red Devils e, oltretutto, che consentirebbe loro di reinvestire cifre importanti nel calciomercato, aggiungendo altri campioni ai vari Di Maria e Falcao. Non male, specialmente in tempi di Financial Fair Play. 

Discorso simile vale per Real Madrid (Adidas), Barcellona (Nike), Arsenal e Bayern Monaco (Adidas, 1,3 milioni di maglie vendute nella scorsa stagione, più di tutte le altre squadre di Bundesliga messe assieme). L'Italia è alla periferia di questo mondo colorato e dorato. Secondo i dati RepuCom e PR Marketing le vendite medie del quinquennio 2009/2013 vedono in testa alla classifica mondiale il Real, con 1 milione e 580mila pezzi, seguito da Manchester United (1.490.000), Barcellona (1.190.000) e Bayern (945.000). 
La prima squadra italiana è la Juventus, nona con 375mila casacche vendute, preceduta anche da Chelsea, Arsenal, Liverpool e Marsiglia.

Fabio Pisanu

Posta un commento

AVVERTENZE: I commenti contenenti spam saranno rimossi.
[ Per contattare lo staff di BuongiornoMonaco scrivi a buongiornomonaco@gmail.com ]

 
Copyright © 2016 Buongiorno Monaco - Il portale per gli italiani a Monaco di Baviera Tutti i diritti riservati -