Così gli italiani emigrano in Germania

Francesco Toto, intervistato dalla Iena Lucci
Le "Iene" tornano a trattare la delicata situazione degli italiani che emigrano in Germania alla ricerca di un lavoro e di prospettive di vita migliori, rispetto a quelle che può offrire loro il Bel Paese.
Il servizio si apre con la presentazione di Peter M. Barnefske (Ceo Phoenix Gir), in Italia per reclutare lavoratori disposti a trasferirsi in Germania.
Secondo quanto riportato dal Ceo, la Germania ha 1.017.000 posizioni aperte e le figure maggiormente ricercate sono: ingegneri (da impiegare nel settore meccanico, automobilistico e dell'elettronica) e manodopera specializzata.
Sono in tanti ad essersi presentati all'appuntamento, con la speranza di essere selezionati e iniziare a costruire il proprio futuro anche se, con rammarico, lontano dalla propria città, dai propri affetti.

Tra loro c'è Francesco Toto, laureato in Filosofia che è pronto a partire dopo aver tentato di inserirsi nel mercato del lavoro italiano riuscendoci ma senza percepire alcuna retribuzione per i servizi prestati.

E' deciso a partire per sostenere un colloquio di lavoro a Pirmasens (70 km a Nord di Stoccarda), in un call center, dove avrà la possibilità (se assunto) di guadagnare uno stipendio di c.a. 1200€ netti, al mese. Francesco viene accompagnato dalla iena Enrico Lucci.
Il servizio delle Iene si conclude con il giovane laureato che non ha ancora ottenuto una risposta e che sta, praticamente, incollato al telefono in attesa di novità.
Nuova Vecchia