La protesta contro gli ultras: il Bayern Monaco smette di giocare

Incredibile quanto successo sul campo dell'Hoffenheim, durante il match di Bundesliga tra i padroni di casa e il Bayern Monaco capolista. Sul risultato di 6-0 per i bavaresi, l'arbitro ha interrotto la partita per due volte per striscioni offensivi ("sei e resti un figlio di p....") nei confronti nel presidente e proprietario dell'Hoffenheim Dietmar Hopp, facendo scattare il protocollo antirazzismo. Sotto la curva del Bayern sono andati il tecnico Hans-Dieter Flick, il ds Hasan Salihamidzic ed il presidente Karl-Heinz Rummenigge, che si è anche scusato personalmente con Hopp. "Mi vergogno molto - ha poi detto Rummenigge -. Il club agirà contro chi ha screditato la nostra società. Questa è la brutta faccia del Bayern Monaco". Ripresa la partita, negli ultimi 10' di gara i giocatori di entrambe le squadre hanno fatto scorrere il tempo passandosi il pallone a centrocampo.
Nuova Vecchia