Coronavirus, la fila prima dell'apertura del supermercato a Monaco di Baviera


Prima di iniziare a leggere questo articolo, ricordarti che il nostro scopo è quello di documentare la realtà per quella che è. Non tutti i supermercati di Monaco sono stati presi d'assalto dai cittadini, non tutti sono vuoti e non in tutti c'è la fila prima dell'apertura.
Detto questo, non si può ignorare che la gente inizi a temere di dover stare in casa per almeno 14 giorni e cerchi di comprare il necessario, di farsi una scorta che gli consenta di non dover uscire per andare a fare la spesa mentre si trova (eventualmente) in quarantena. 

Precisato anche questo, non possiamo ignorare le decine di foto che ci arrivano dai nostri lettori e che mostrano gli scaffali del latte, della pasta, dei saponi con antibatterico e dei detersivi vuoti o  semivuoti (GUARDA TUTTE LE FOTO). Abbiamo ritenuto opportuno pubblicare anche quelle. 

Un comportamento irresponsabile e sconsiderato che ci teniamo a denunciare è quello di acquistare prodotti in quantità superiori all'effettiva necessità. In questo modo si rischia di lasciare a mani vuote quelle persone che hanno realmente bisogno di un determinato alimento (es. prodotti senza lattosio, prodotti per celiaci) e non possono farne a meno. 

Bene, precisato tutto questo, vi mostriamo la foto che mostra la fila all'esterno di un supermercato Aldi a Monaco di Baviera, prima dell'orario di apertura, pubblicata dal quotidiano Tz.  "Il supermercato avrebbe attirato i clienti - scrive il quotidiano - con un'offerta sui disinfettanti. Lunedì 9 marzo 2020, alle ore 8, gli scaffali  - aggiunge - erano già vuoti".  



Nuova Vecchia