Terremoto in Croazia: danni e gente in strade. Scosse avvertite anche in Italia


Due forti scosse di terremoto, una  di magnitudo 5.4 e l'altra di 4,6 hanno colpito questa mattina Zagabria, capitale della Croazia, provocando ingenti danni nella città e un ragazzo di 15 anni, che  in un primo momento era stato dato per morto, è gravissimo: è rimasto schiacciato nel crollo di un palazzo nel centro città. Secondo le prime informazioni disponibili al momento ci sarebbero anche tre feriti lievi. Danni ai palazzi più vecchi e alle chiese nel centro storico sono visibili ma non ingenti. Nel Paese la situazione è difficilissima, dato che dalla notte scorsa è in vigore il lockdown volto a limitare la diffusione del coronavirus e c'è il blocco totale di treni e trasporti pubblici.

Il presidente della repubblica Zoran Milanovic è stato evacuato. L'agenzia di stampa Hina, che cita i responsabili della gestione emergenze nella capitale croata, ha riferito che un bambino è rimasto ferito nel crollo di parte del tetto della sua abitazione. L'agenzia non ha, però, specificato la gravità delle ferite riportate dal piccolo. Il ministero dell'Interno ha invitato le persone a rimanere in strada ma mantenendo la distanza di sicurezza. "Stiamo affrontando  due gravi crisi, il terremoto e l'epidemia", ha dichiarato il ministro dell'Interno, Davor Bozinovic.
Nuova Vecchia