Germania in recessione, previsti 2,5 milioni di disoccupati. Pil tedesco crolla del 9,8% in 3 mesi


La Germania, uno dei principali partner commerciali italiani si prepara a una profonda recessione a causa dell’emergenza coronavirus, che ha obbligato a fermare molte attività produttive. Secondo le stime dei cinque principali istituti di ricerca tedeschi (Diw, Ifo, Ifw, Iwh e Rwi), il Pil cadrà del 9,8% nel secondo trimestre, la frenata maggiore dal 1970. 

Nei primi 3 mesi, gli economisti si attendono un calo del Pil tedesco dell’1,9% e il numero dei disoccupati salirà a 2,5 milioni di persone dalle attuali 250 mila. Crescerà, inotre, a causa della crisi del Coronavirus, fino a 2,4 milioni il numero dei dipendenti che lavorerà part- time (Kurzarbeit).
Nuova Vecchia