Esplosione pasticceria italiana "Lu e Lu", tutto quello che sappiamo finora


Lu e Lu era gestito da una signora che ha ereditato l'attività dal marito, Gianluca Marongiu, maestro pasticcere, deceduto un anno e mezzo fa. 

L'attività di Marongiu, nata nel 2004 come caffetteria e pasticceria, era molto conosciuta in città ed erano numerosi i clienti che arrivavano a Pasing, sulla Landsberger Strasse, per acquistare le sue famose torte e i suoi pasticcini freschi. 

Una buona reputazione che negli anni ha aiutato l'attività a diventare un punto di riferimento per la comunità italiana e a preferirla rispetto ad altre. Un'attività che sembrava andasse a gonfie vele, ma che in questo periodo di crisi dovuto alla pandemia potrebbe aver risentito di un brusco calo delle ordinazioni. 

Riguardo all'esplosione avvenuta la mattina di ferragosto, la Polizia, al momento, non esclude nessuna ipotesi: tutto è andato distrutto e procedere nelle indagini risulta essere alquanto difficoltoso. 

Il danno provocato dall'incendio ammonterebbe ad oltre 100.000 euro. Potrebbero esserci addirittura danni anche alle attività vicine, come conferma ai media tedeschi il gestore del Shisha Bar adiacente alla pasticceria italiana. 
La forte esplosione ha fatto tremare tutto anche all'interno degli esercizi commerciali nelle vicinanze. 

Gli abitanti del palazzo hanno riferito di uno scoppio fortissimo e di una nube di fumo nero che si innalzava dal basso. Sporgendosi dal balcone si sono accorti che la pasticceria stava bruciando e si sono precipitati in strada.

Sulle cause dell'incendio non c'è ancora alcuna certezza. Potrebbe essersi trattato di un difetto di funzionamento di un macchinario rimasto acceso, di un corto circuito, ma anche - come riferito dai media tedeschi - di un'azione umana premeditata. 

In ogni caso, la Polizia non ha ancora fornito ulteriori informazioni e sta procedendo nelle indagini, rese ancora più complicate dal fatto che tutto all'interno è andato distrutto. Non ci sono indizi, a quanto pare, che potrebbero far andare in una direzione piuttosto che in un'altra

Nuova Vecchia