Coronavirus, la primaria:“ Qui in Germania tanti posti in terapia intensiva, ma manca personale"


Maria Vehreschild, direttrice del Dipartimento di Malattie Infettive della Goethe Universitat-Klinikum di Francoforte, intervistata da Peter D'Angelo per Il Fatto Quotidiano,  fa il punto sulla pandemia in Germania e sottolinea un aspetto che preoccupa non poco: la carenza di personale qualificato


Mentre in Italia ci sono 8 posti letto in terapia intensiva ogni 100mila abitanti, in Germania la proporzione è di circa 34 ogni 100mila abitanti. 

Un numero piuttosto alto se lo confrontiamo a livello internazionale." Il nostro problema  però - sottolinea Vehreschild - è la mancanza di personale infermieristico qualificato per far funzionare tutti questi letti contemporaneamente.


I contagi stanno aumentando sensibilmente. "Stiamo tracciando molte nuove infezioni in tutta la Germania, molte più che in primavera". 


La Germania ha superato i 14mila contagi nelle ultime 24 ore, ma finora è il Paese che meglio ha affrontato la pandemia. Le vittime hanno da poco superato quota 10mila, su una popolazione di 83 milioni di abitanti, mentre in Italia – dove vivono 60 milioni di persone – i decessi sono stati quasi 37mila. Tra i punti di forza del sistema tedesco ci sono il numero di posti letto in terapia intensiva (34 ogni 100mila abitanti contro gli 8 del nostro Paese), la grande quantità di tamponi e una medicina territoriale particolarmente capillare.

Nuova Vecchia