Covid, in Germania prolungate le restrizioni fino a Natale



La cancelliera tedesca Angela Merkel ha annunciato il prolungamento delle restrizioni in vigore per contrastare la seconda ondata di contagi da Coronavirus fino almeno al 20 dicembre, e forse fino a gennaio. 

Ne sono state aggiunte di ulteriori, ma è stata decisa anche un parziale allentamento delle misure nel periodo di Natale. Mercoledì in Germania sono stati registrati 410 decessi per COVID-19, il numero più alto dall’inizio dell’epidemia, con i nuovi casi sopra ai 18mila.

Con le restrizioni in vigore, bar e ristoranti rimarranno chiusi in tutto il paese, insieme alle palestre e ai luoghi per il divertimento e il tempo libero, dai teatri alle sale giochi. Le scuole rimarranno aperte, con l’obbligo della mascherina in certe situazioni, così come i negozi e i parrucchieri. 

Continua a essere prevista la possibilità di eccezioni decise dai singoli Länder, gli stati federati tedeschi, con i quali secondo i media tedeschi è stata particolarmente animata la discussione sulle scuole.

«Abbiamo due messaggi per la gente. Primo: “grazie”; ma secondo, le restrizioni in vigore non possono essere tolte. La crescita esponenziale dei contagi si è interrotta, ma i casi giornalieri continuano a essere troppi, e i nostri reparti di terapia intensiva continuano a essere molto pieni» ha detto Merkel.
Nuova Vecchia