La città di Wolfsburg saluta l'Agente Consolare italiano Barbara Tarullo

Klaus Mohrs e Iris Bothe salutano l'agente consolare italiano Barbara Tarullo (al centro) in municipio.


Barbara Tarullo è stata agente consolare italiano dal febbraio 2016, prima donna in assoluto a ricoprire questo incarico a Wolfsburg. A fine anno, su richiesta dell'Ambasciata d'Italia, sarà trasferita a Colonia, dove lavorerà come Vice Console presso il Consolato Generale d'Italia.


"Dopo quasi 5 anni nella mia funzione di Agente Consolare d’Itali - scrive Tarullo in una lettera pubblica - continuo il mio viaggio e lascio la così bella Wolfsburg agli inizi di dicembre. Il mio nuovo cammino mi porta a Colonia nel Consolato Generale d’Italia dunque non troppo lontana da voi. Alla fine mi sono resa conto di essermi innamorata della Germania, un po´come l’amore che non ti aspettavi, all’inizio ti senti benino ma poi ti rendi conto che senza stai malissimo!
Sono stati anni belli ed emozionanti, di arricchimento professionale ma soprattutto umano. Ciò che mi è piaciuto di più, lo devo ammettere, è stato il sentirmi utile soprattutto per coloro che spesso vengono dimenticati e che non hanno importanti ruoli nella società, donne e uomini in difficoltà, minori contesi, connazionali con caratteristiche variopinte ma che mi hanno insegnato tanto, tutti voi mi avete arricchita e di questo ve ne sarò sempre grata.
La collaborazione con i il Comune di Wolfsburg, con i rappresentanti delle autorità di Gifhorn e Helmstedt, con il Gruppo Volkswagen, con i rappresentanti dell’economia, della politica, del settore culturale e sociale, con il Com.It.Es, con i presidenti delle associazioni italiane e straniere e con la scuola Leonardo da Vinci è sempre stata piacevole e amichevole – un caloroso grazie a tutti Voi!
Poiché la situazione attuale non consente il consueto saluto, scelgo questa via per augurare a tutti Voi tutto il bene del mondo e soprattutto tanta salute!
Vi aspetto a Colonia - conclude - dove sarete sempre i benvenuti. Cari saluti. Barbara Tarullo, L’Agente Consolare"



Nuova Vecchia