Lockdown, l'elenco delle riaperture e tutte le regole in vigore in Baviera




Il lockdown rimarrà in vigore fino alla fine di marzo, ma in molti luoghi sarà allentato da lunedì 8. Quindi, a partire da quella data, potranno incontrarsi di nuovo fino a cinque persone da un massimo di due famiglie. Questo è stato deciso dal governo dello stato bavarese. E a seconda di come si sviluppa il numero di infezioni, ci saranno ulteriori aperture.

Ecco una panoramica dettagliata di quanto pianificato nello stato libero della Baviera: 

Restrizione dei contatti

In Baviera è in atto una restrizione generale sui contatti da marzo 2020. Tutti sono fondamentalmente obbligati a incontrare il minor numero possibile di persone che non vivono con loro e a mantenere una distanza minima di 1,5 metri. 

Attualmente , sono consentiti solo gli incontri tra i membri di una famiglia e esattamente una persona di un'altra famiglia. Questo vale per tutte le riunioni, sia pubbliche che private. Solo i bambini fino a tre anni di età sono esenti dalla regola. 

Da lunedì 8 marzo possono incontrarsi fino a cinque persone di un massimo di due nuclei familiari. Se l'incidenza è inferiore a 35 anche fino a dieci persone appartenenti ad un massimo di tre nuclei familiari (i bambini fino a 14 anni non sono inclusi nel numero massimo). Se l'incidenza è superiore 100 per tre giorni, si applica nuovamente la regola precedente.

Le violazioni della restrizione di contatto possono comportare una multa fino a 250 euro. Tuttavia, non si applica quando si tratta di esercitare la custodia e i diritti di accesso, nonché di accompagnare i morenti ei funerali nel cerchio più vicino. La cura dei nonni è soggetta alla custodia e ai diritti di accesso. Celebrare in luoghi pubblici è generalmente vietato.

Le scuole

Fino al 7 marzo: tutti i bambini delle scuole primarie, la maggior parte dei bambini e dei giovani dei centri di sostegno e tutti gli alunni che si diplomano quest'anno possono andare a scuola. L'insegnamento in aula è possibile solo se è possibile mantenere la distanza minima in aula, altrimenti ci sono lezioni alternate. In generale, l'insegnamento a distanza rimane dove l'incidenza di sette giorni è superiore a 100.

Dall'8 marzo: se l'incidenza locale di sette giorni è inferiore a 100, le classi alternate si svolgeranno in tutti i tipi di scuola e in tutte le classi. Se il valore è inferiore a 50, ci sono anche lezioni frontali in tutte le classi della scuola primaria e nei centri di supporto. Negli hotspot, cioè nei comuni con un valore di incidenza superiore a 100, ci sono lezioni a distanza per tutti gli alunni - ad eccezione delle classi finali. Il governo ha annunciato che "la definizione del rispettivo tipo di insegnamento" si applica per una settimana, anche se il valore di incidenza supera o scende al di sotto di una soglia durante questo periodo.

In generale, è obbligatorio indossare una maschera nelle scuole: si raccomanda agli studenti di indossare una maschera medica, che viene fornita gratuitamente. Un ampio programma di test ha lo scopo di rendere l'insegnamento più sicuro. In tutti i tipi di scuole, gli esami finali sono stati posticipati di due o tre settimane. Non ci sono gite scolastiche almeno fino al 10 aprile.

Asili e centri diurni

Gli asili nido sono aperti dal 22 febbraio se il valore di incidenza locale è inferiore a 100. Nei comuni con un'incidenza inferiore a 50, dall'8 marzo c'è addirittura un funzionamento del tutto normale. Se viene superato il punteggio di 100, negli asili nido vengono offerte solo cure di emergenza.

Università e altre istituzioni educative

Nei college e nelle università, l'insegnamento è fondamentalmente solo digitale. Tuttavia, gli studenti devono comunque presentarsi di persona per esami o, ad esempio, stage di laboratorio. Biblioteche e archivi possono riaprire dall'8 marzo.

Gli istituti di formazione professionale, istruzione superiore e formazione possono offrire insegnamento faccia a faccia se la distanza minima può essere mantenuta lì e l'incidenza locale è inferiore a 100. 

Anche le scuole guida e i fornitori di corsi di primo soccorso possono insegnare di nuovo, i requisiti della maschera FFP2 si applicano qui. Nelle scuole di musica, con un'incidenza inferiore a 100, sono possibili lezioni individuali - con una distanza minima di due metri; gli insegnanti devono indossare maschere mediche, gli alunni una maschera normale e dall'età di 15 anni una maschera FFP2. 

Tutte le altre istituzioni educative, ad esempio i centri di istruzione per adulti, possono offrire solo lezioni digitali, le scuole di danza rimangono chiuse.

Le imprese

Fino al 7 marzo: il commercio al dettaglio è chiuso ad eccezione dei negozi per le necessità quotidiane. Rimarranno aperti: negozi di alimentari, negozi di bevande, negozi di alimenti naturali, negozi per neonati, farmacie, negozi di forniture mediche, farmacie, ottici, acustici per apparecchi acustici, distributori di benzina, officine per auto e biciclette, banchi di pegno, banche e casse di risparmio, uffici postali, tintorie e lavanderie a gettoni, vendita di articoli per la stampa, forniture per animali e mangimi per animali, vivai, fiorai, vivai, ferramenta e garden center.

Dall'8 marzo: in tutta la Baviera, le librerie possono riaprire e ovunque l'incidenza sia inferiore a 50, lo sono anche tutti gli altri negozi. Se l'incidenza è compresa tra 50 e 100, i negozi possono ricevere i clienti che si registrano in anticipo.

Nei negozi ci sono requisiti generali come un numero massimo di clienti a seconda delle dimensioni del negozio e un requisito di maschera: i clienti devono indossare una maschera FFP2. Anche i negozi chiusi possono consegnare la merce ordinata, è possibile il ritiro da parte del cliente ("Click and Collect") . Devono essere rispettate le regole della distanza e devono essere indossate maschere FFP2.

Servizi

Parrucchieri, estetisti, studi di manicure, sono stati in grado di offrire nuovamente i loro servizi dal primo marzo: i clienti devono indossare una maschera FFP2 all'ingresso e per tutta la durata del servizio. 

Gli studi di tatuaggi e gli studi di massaggi rimarranno chiusi per il momento, ma sono consentiti i trattamenti necessari dal punto di vista medico come la fisioterapia. Gli artigiani (compresi idraulici, elettricisti, falegnami, muratori...) possono lavorare, anche a casa dei clienti, ma se questi sono in quarantena possono accedere solo se il lavoro da svolgere è assolutamente necessario e con indumenti protettivi.

Gastronomia

Fino al 21 marzo: ristoranti, bar e pub sono chiusi. Club e discoteche sono chiusi da marzo 2020. Ci sono solo due eccezioni al divieto generale di gastronomia: i proprietari possono continuare a consegnare cibo o venderlo da asportoLe mense devono chiudere dove i processi di lavoro lo consentono; ma anche in questo caso è consentita la consegna di cibi e bevande da asporto.

Dal 22 marzo: se l'incidenza in loco è inferiore a 100 per almeno due settimane, i Biergarten e i chioschi potrebbero essere aperti dal 22 marzo. I visitatori devono prenotare un appuntamento in anticipo e presentare un test corona negativo lo stesso giorno se persone di più famiglie sono sedute allo stesso tavolo. Queste due restrizioni non si applicano se l'incidenza è stata inferiore a 50 per due settimane.

Un divieto di alcol si applica nei centri urbani e nei luoghi pubblici, dove "le persone si trovano in uno spazio ristretto o non solo temporaneamente", come stabilito dal regolamento. I comuni devono stabilire quali sono esattamente questi luoghi.

Alberghi e turismo

Alberghi, pensioni, ostelli della gioventù e campeggi non sono autorizzati ad accogliere turisti, ma solo viaggiatori d'affari. In generale, tutti i cittadini dovrebbero evitare viaggi e visite non necessarie. Le conferenze, i congressi o le fiere sono vietate, così come tutti i tipi di eventi, comprese le riunioni di club, ad esempio.

Tutte le funivie e gli impianti di risalita in Baviera sono attualmente chiusi. Sono inoltre vietate la navigazione fluviale e lacustre, tour della città, viaggi in bus turistico ed escursioni guidate.

Strutture per il tempo libero e siti culturali

Fino al 7 marzo: le strutture ricreative e culturali sono chiuse. Questo vale per tutti i teatri, teatri d'opera, sale da concerto e altri siti culturali, per cinema, parchi di divertimento e fornitori commerciali di attività per il tempo libero (interni ed esterni), per sale giochi, casinò, negozi di scommesse e strutture simili, per piscine e divertimento piscine (anche in hotel), saune, bagni termali, strutture per il benessere, scuole di danza, bordelli e anche per musei, monumenti commemorativi, castelli, zoo e giardini botanici. Anche tutti i palazzetti dello sport e le sale fitness sono chiusi. I centri di consulenza e le istituzioni sociali rimarranno aperti.

Dall'8 marzo: se l'incidenza in un distretto o in una città è inferiore a 100, musei, gallerie, zoo, giardini botanici e memoriali possono aprire se i visitatori si registrano in anticipo - una restrizione che non si applica se l'incidenza è inferiore a 50.

Dal 22 marzo: teatri, cinema, concerti e teatri d'opera possono nuovamente ricevere il pubblico, a condizione che l'incidenza sul posto sia stata inferiore a 100 per due settimane. Gli spettatori e gli ascoltatori devono quindi mostrare un test corona negativo giornaliero. Questa restrizione inoltre non si applica in quei luoghi in cui l'incidenza è stata inferiore a 50 per 14 giorni.

Gli sport

Fino al 7 marzo: quasi tutte le attività sportive dilettantistiche e ricreative devono riposare, ad eccezione degli sport individuali da soli, con le persone con cui vivi o con i membri di un'altra famiglia. Tutti i palazzetti dello sport, comprese le strutture sportive all'aperto e tutti i centri fitness, devono rimanere chiusi. Gli sport di squadra sono completamente vietati, l'allenamento, le gare o i giochi. Anche qui c'è un'eccezione: l'area sportiva professionistica. I suoi eventi si svolgono senza spettatori.

Dall'8 marzo: se l'incidenza è inferiore a 50, lo "sport senza contatto" è consentito in gruppi di massimo dieci persone all'aperto, anche sugli impianti sportivi. Con un'incidenza da 50 a 100, un massimo di cinque persone di due famiglie possono fare sport insieme all'aperto e fino a 20 persone per i bambini fino a 14 anni di età. Questo vale anche per gli impianti sportivi.

Dal 22 marzo: se l'incidenza è stata inferiore a 50 per 14 giorni, la Baviera consente anche lo "sport senza contatto" in sala e lo "sport di contatto" all'aperto. Lo stesso vale per un'incidenza da 50 a 100, ma poi gli atleti devono essere in grado di presentare un test corona negativo a partire dallo stesso giorno.

Restrizioni all'uscita a livello nazionale e coprifuoco notturno

Da dicembre, le persone in tutta la Baviera possono lasciare gli appartamenti solo "se ci sono buone ragioni". Oltre ad andare al lavoro e dal medico, visitare o fare shopping, questo include anche l'esercizio all'aria aperta, come fare jogging o camminare, e visitare altre persone.

Il precedente coprifuoco notturno a livello nazionale si applica solo dove l' incidenza di 100 è stato superato almeno un giorno negli ultimi sette giorni.  Chiunque sia fuori dopo le 22, in macchina o altrove, può essere fermato dalla polizia e deve essere in grado di dare una buona motivazione. In caso di violazioni sono dovuti almeno 500 euro. Ma se un treno o un aereo è in ritardo o se sei bloccato in un ingorgo e arrivi a casa dopo le 22:00, questa non è considerata una violazione. 


Maschere FFP2: Una maschera protettiva FFP2 deve essere indossata durante la spesa nei negozi e nei mercati settimanali, su tutti gli autobus e i treni (locali, non a lunga percorrenza) nonché negli studi medici o terapisti. Tuttavia, questo obbligo si applica solo ai clienti o ai passeggeri, non al personale. E non si applica ai bambini fino a 14 anni inclusi; per loro sono sufficienti delle semplici maschere di stoffa. In Baviera, le maschere FFP2 devono essere indossate anche quando si raccolgono le merci o il cibo ordinati in un pub, quando si visita una casa di cura o durante una funzione religiosaNon sono ammesse maschere con valvola. La violazione del requisito della maschera può comportare una multa: 250 euro in casi una tantum e 500 euro in caso di ripetizione. La polizia e il personale di autobus e treni verificano che il requisito della maschera sia rispettato. Sono esentati dall'indossare una maschera chi può provare con un certificato medico di avere problemi di salute (ad esempio asmatici). 

Visite a cliniche e case di cura

In genere sono possibili visite a ospedali, case di riposo e strutture per disabili. Sono comunque prescritte distanze minime, norme igieniche e divieto di ingresso in caso di sintomi di malattia. Ogni residente può ricevere al massimo un visitatore al giorno. Sono ammessi solo coloro che possono dimostrare un test corona negativo corrente e indossano una maschera FFP2.

Dimostrazioni

Le seguenti regole si applicano agli incontri e alle dimostrazioni: Sono consentite purché tutti i partecipanti mantengano la distanza minima l'uno dall'altro e anche da terzi (come i passanti). Inoltre, è sempre richiesta una maschera per riunioni con più di 200 partecipanti. Le autorità locali potrebbero dover garantire ciò imponendo condizioni o limitando una manifestazione a 200 persone in una posizione fissa.

Servizi religiosi

Anche le riunioni religiose sono consentite a determinate condizioni. Secondo il governo statale, ciò include una distanza minima di 1,50 metri tra i visitatori, a meno che non vivano insieme in una famiglia. Una maschera FFP2 deve essere indossata nelle chiese, sinagoghe o moschee, anche in piazza. Non è consentito cantare. Inoltre, sono necessarie regole igieniche speciali - ad esempio: nessun tocco durante la comunione, nessun bacio sulla Torah nella sinagoga, nelle moschee ognuno dovrebbe portare il proprio tappeto da preghiera e il Corano. Se le congregazioni si aspettano un gran numero di fedeli nelle chiese, devono organizzare una registrazione in anticipo - questo vale anche per i servizi di culto all'aperto.

Quarantena dopo l'ingresso in Baviera

Chiunque entri in Baviera da un'area straniera a rischio Corona è generalmente soggetto a quarantena e test. Ampie parti dell'Europa sono considerate aree a rischio. I partecipanti provenienti da aree a rischio corona devono essere in quarantena per dieci giorni È possibile terminare il periodo di quarantena in anticipo solo con un risultato negativo del test, ma non prima di cinque giorni. Questo test può essere eseguito solo cinque giorni dopo l'ingresso in Germania.

Inoltre, è previsto un test obbligatorio per tutti i viaggiatori provenienti da un'area a rischio. È necessario presentare un test negativo al confine, che non deve essere più vecchio di 48 ore. Oppure possono essere testati immediatamente e riferire il risultato al proprio dipartimento sanitario entro 72 ore.

Eccezioni: I pendolari dall'estero sono esentati dall'obbligo di quarantena; Tuttavia, devono essere testati per Corona su base settimanale. 

Nuova Vecchia