Omicidio o incidente? La strana morte di Lucia Raso, precipitata dalla finestra a Monaco di Baviera

Lucia Raso


Lucia Raso si era recata a monaco di Baviera per trascorrere del tempo con il suo fidanzato Christian Treo, ma quella che doveva essere una bella vacanza si è trasformata in tragedia. 
Lucia ha perso la vita, il 23 novembre del 2020, precipitando da una finestra del primo piano di un appartamento a Landshut, vicino Monaco di Baviera, al termine di una cena,  mentre in casa con lei c'erano il suo fidanzato e altri due amici. 

I genitori di Lucia vengono informati della tragedia «soltanto a distanza di 20 ore» e da allora stanno «combattendo in tutti i modi e le sedi possibili per avere verità e giustizia». 

Lucia aveva 36 anni ed ha perso la vita in circostanze ancora misteriose. 
Nelle prime settimane gli unici tre testimoni di quella serata sfociata nel dramma (il fidanzato Christian e i due amici Francesco e Alessandro) erano chiusi nel silenzio, ma adesso il caso è diventato mediatico, si lanciano accuse reciproche. 

Da una parte c’è la verità di Christian, che continua a parlare di un «tragico incidente» e affermando che Lucia «è scivolata»

Sul versante opposto ci sono i due amici, che gli puntano il dito contro, paventando scenari ben più gravi: «Se sei uomo — si sono rivolti al fidanzato della vittima dai microfoni di Chi l’ha visto — devi dire la verità, Christian, racconta cos’è realmente accaduto quella sera». 

Nell’ultima puntata della nota trasmissione Rai, Treo ha rivelato un dettaglio che finora aveva «deciso di tacere per rispetto dei genitori di Lucia»: poco prima di precipitare nel vuoto, «lei mi disse che stava male, era convinta che le avessero messo qualcosa nel bicchiere e indicò i miei due coinquilini». 

Invece una settimana fa, sempre in tv, uno dei due camerieri, Francesco, ha dichiarato tutt’altro: «Christian e Lucia avevano litigato, lui l’ha presa per un braccio e l’ha trascinata per portarsela in camera». Ma Treo non ci sta: «Eravamo felici, stavamo vivendo un sogno, non le avrei mai fatto del male». Allora chi sta mentendo e perché? «Noi vogliamo solo la verità» insistono i genitori di Lucia.

La polizia tedesca propende per la pista della «fatalità», mentre in Italia è aperto un fascicolo contro ignoti presso la Procura di Roma a cui spetta la competenza di indagare trattandosi di una cittadina italiana morta all’estero. 


Nuova Vecchia