Ricordiamoci della comunità italiana a Monaco di Baviera anche quando non servono voti

Ricordiamoci della comunità italiana a Monaco di Baviera non solo quando servono voti. 

Italiani a Monaco di Baviera, una grande comunità che merita rispetto, attenzioni politiche e sociali e che deve essere rappresentata in ogni sede, sostenuta e informata nel migliore dei modi, per favorire una maggiore integrazione nella capitale bavarese.

Gli italiani che risiedono a Monaco di Baviera rappresentano un tassello importante per l'economia cittadina. Anzi, importantissimo. 

Non penso solo ai ristoranti italiani, alle grandi firme della moda e del lusso presenti in città, ai tanti artisti conosciuti e apprezzati in tutto il mondo e che quando arrivano qui riempiono teatri, piazze e stadi.
Ci sono tanti nostri connazionali che  hanno fondato realtà imprenditoriali e che danno lavoro a tantissime famiglie. 

Ma la comunità italiana è fatta anche da studenti che qui arrivano  per un breve periodo e poi si fermano tutta la vita.
È fatta da padri e madri che lavorano tutto il giorno per consentire ai propri figli di studiare, di guardare al futuro con più ottimismo. È fatta da persone abituate al sacrificio. 

La comunità italiana a Monaco è composta anche da pensionati, da persone in grande difficoltà economica, persone sole o che hanno perso i contatti con le famiglie d'origine.

La nostra comunità è fatta anche dai più deboli, che non possono e non devono essere dimenticati. Perché sono parte di una storia che gli italiani all'estero conoscono bene. 

La nostra comunità è fatta anche da chi mette disposizione le proprie conoscenze e competenze al servizio della collettività.
Senza un secondo fine.
Sempre, non solo quando servono voti.

Il mio augurio è che questo spirito di altruismo, di amore per il prossimo, diventi sempre più diffuso, così come la possibilità di dare voce a chiunque creda di non aver diritto di parola, solo perché non ha un microfono davanti.

Per questo Buongiorno Monaco c'è. Per tutta la sua meravigliosa comunità italiana.
Oggi. Domani. Sempre.
Non solo quando servono voti.

Salvatore Bufanio
Nuova Vecchia